A lavoro è facile accumulare stress Ecco qualche consiglio su come combatterlo

08/04/2019

Come combattere lo stress e l’ansia: i rimedi più efficaci

Categorie: News

Tutti noi (almeno una volta nella vita) abbiamo vissuto una situazione che ci ha messo alla prova, facendoci sperimentare i più comuni sintomi di stress. Quando questo diventa cronico, però, può sfociare in comportamenti dannosi o poco salutari: come un’alimentazione non bilanciata, un sonno irregolare e, molto spesso, inducendoci a fare un ricorso eccessivo a varie sostanze, come alcol e sigarette. Per evitare queste conseguenze, è bene sapere che esistono diversi rimedi contro ansia e stress: si tratta di pratiche sane che possono aiutarci in modo efficace a ridurre le sensazioni negative provocate da questi stati d’animo e possono farci vivere meglio le sfide di ogni giorno. Vediamo insieme come combattere l’ansia e lo stress e, per i fumatori, come smettere di “fumare per ansia”.

Principali cause dello stress

Prima di capire come combattere lo stress, è utile capire cos’è e quali sono le sue cause principali.

Lo stress può essere definito come una risposta messa in atto dalla mente e dal fisico di un individuo quando viene posto di fronte ad una forte sollecitazione, che può essere interna o esterna. Questo stato, infatti, può essere provocato tanto da una malattia, quanto da eventi traumatici oppure da pressioni provenienti dalle responsabilità quotidiane e dal contesto in cui si vive, si lavora o si studia.

Quando tale stato di tensione è occasionale, può avere una valenza positiva e motivare il soggetto (pensa ad esempio al momento che precede una prestazione sportiva o un colloquio di lavoro, oppure alla reazione che lo stress può stimolare in caso di un pericolo imminente).

Ma se lo stress diventa cronico, le cose cambiano: la continua pressione dei fattori stressanti, prolungata nel tempo, può causare seri danni sia fisici che mentali. Senza contare che, molto spesso, chi vive uno stress cronico, potrebbe tentare di alleviarlo ricorrendo all’abuso di sostanze, come cibo, alcol, droghe o sigarette.

Sintomi di stress: ecco i principali

Dal momento che non tutte le persone sono uguali, anche la risposta allo stress varia da individuo a individuo e quindi questo stato d’animo può manifestarsi in modi anche molto diversi. Tra i principali sintomi di stress, ad esempio, si evidenziano: insonnia, disturbi d’ansia, rabbia e irritabilità, umore depresso. Ma ci sono anche sintomi più “fisici”, come: problemi di digestione, mal di testa e, perfino, alopecia e orticaria, oltre ad un abbassamento delle difese immunitarie che predispone ad infezioni virali più frequenti e acute.

Oggi lo stato di disagio psicologico cronico sembrerebbe essere decisamente aumentato rispetto a qualche anno fa, soprattutto tra la popolazione attiva. Questo, secondo gli esperti, oltre al problema personale per chi ne è affetto, finisce col rappresentare anche un serio problema di salute pubblica e, di conseguenza, anche un costo rilevante in termini economici.

Per questo motivo, oggi più che mai, è importante sapere come combattere lo stress psicologico e come combattere lo stress da lavoro.

Come combattere lo stress e l’ansia

Molte persone sfogano ansia e stress fumando. E’ possibile evitare di fumare anche sotto stress?

Così come accade per i sintomi, anche i modi di reagire ad una pressione emotiva variano da persona a persona. Alcuni, infatti, riescono ad affrontare lo stress in modo più efficace di altri. In alcuni casi si può addirittura prevenire. Ma quando non è possibile, conviene prendere in mano la situazione e imparare a gestirlo e affrontarlo.

Molti studiosi hanno affrontato la questione offrendo diversi spunti su come combattere lo stress. Dai loro diversi interventi si possono riassumere una serie di consigli utili da seguire.

Reagisci

Può sembrare banale, ma il primo consiglio è quello di non restare passivi nei confronti della situazione di stress che ci opprime. Si può provare a cambiare la situazione che genera stress, ma se questo non è possibile, si può spostare la propria attenzione su altri aspetti sui quali, invece, si può esercitare un controllo.
Fissare degli obiettivi, impegnarsi in attività stimolanti, apprendere qualcosa di nuovo o fare volontariato: sono solo alcuni dei tanti modi per dimostrare a se stessi di essere in grado di reagire positivamente.

Condividi le difficoltà
Un altro consiglio importante è quello di condividere le difficoltà con chi ci sta intorno: che siano familiari, amici o colleghi, sentire un punto di vista esterno può permetterti di vedere le cose diversamente. Inoltre, trascorrere tempo con gli amici può ridurre la produzione di cortisolo. E, come dimostra la scienza, se insieme si ride è ancora meglio: l’aumento di endorfine è un vero toccasana contro lo stress.

Dedica più tempo a te stesso
Ritagliati del tempo da dedicare ai tuoi interessi e alle tue passioni: staccare di tanto in tanto dalla routine quotidiana può essere fondamentale per ritrovare la propria serenità. Anche una passeggiata di 10 minuti, magari in un parco immerso nel verde, può fare davvero tanto.

Fai attività fisica
Come confermato anche dall’International Society of Sport Psychology, l’attività fisica può comportare miglioramenti psicologici derivanti in particolare dall’aumento di consapevolezza, fiducia e autostima.

Riduci le fonti di stress
Secondo uno studio dell’Università di Gothenburg in Svezia, l’uso ininterrotto del computer genera stress e insonnia. Staccare di tanto in tanto dal lavoro per rilassare gli occhi e la mente e spegnere PC e smartphone almeno un’ora prima di andare a letto, possono essere pratiche molto utili per combattere lo stress. Se poi si riesce a concludere la giornata ascoltando un po’ di musica classica, ancora meglio: come conferma la scienza, infatti, la musica riduce lo stress!

Concentrati su ciò che conta davvero
Un altro consiglio utile è quello di dare il giusto peso alle cose, concentrarsi su ciò che conta davvero e cominciare a valorizzare tutto ciò che c’è di positivo nella propria vita che, troppo spesso, si dà per scontato.

Smettere di fumare per ansia e stress

Un ultimo consiglio, quello di condurre una vita sana, merita un discorso a parte. Troppo spesso, infatti, nel tentativo di alleviare una condizione di stress, si tende a fare ricorso all’uso (se non addirittura all’abuso) di sostanze nocive come il fumo

Se sei un tabagista o se stai provando a smettere di fumare ansia e stress possono essere i tuoi acerrimi nemici. Questo tipo di stimolanti, infatti, potrebbe darti l’illusione iniziale di alleviare la condizione di stress, ma poi finisce col peggiorare ulteriormente la situazione.

Come abbiamo visto, il primo obiettivo per combattere ansia e stress è quello di prendere il controllo della situazione, per evitare che questa peggiori. Ma come fare in questo caso? Se la voglia di fumare è troppo forte, una soluzione efficace è quella di passare alla sigaretta elettronica, che offre il vantaggio immediato di ridurre gran parte delle sostanze nocive della famigerata combustione delle sigarette. Passare allo svapo, inoltre, consente di ridurre gradualmente la percentuale di nicotina contenuta nei liquidi.

Dunque, combattere stress e ansia non sarà la cosa più semplice del mondo, ma seguendo questi consigli e con un po’ di buona volontà, determinazione e impegno, si potrà tornare a vivere più sereni!

https://www.issponline.org/index.php

https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-05-26/stress-lavoro-tecnologia-qb-ovvero-quanto-basta-205303.shtml?uuid=ABNrARLB&refresh_ce=1

https://www.eurekalert.org/pub_releases/2006-04/aps-jte033006.php

https://psychcentral.com/lib/the-power-of-music-to-reduce-stress/

Condividi

Torna sopra