blu
Carrello € 0.00 0
 
Carrello – nessun articolo Close
Il tuo carrello attualmente è vuoto
  • SPEDIZIONE GRATIS PER ORDINI DA €50.00
  • Diversi gusti disponibili
Il mio sigarette elettroniche può attivare i rilevatori di fumo?

Condividi

Il mio sigarette elettroniche può attivare i rilevatori di fumo?

Una delle domande più importanti che gli svapatori si pongono nel quotidiano è: il mio sigarette elettroniche può attivare i rilevatori di fumo? Non è facile rispondere a questa domanda. D’altronde, i sigarette elettroniche producono vapore e non fumo, quindi in teoria non dovrebbero attivare un rilevatore di fumo, proprio perché non c’è alcun fumo da rilevare. In linea di massima, ciò è corretto, ma non è sempre così semplice.

I rilevatori di fumo più comuni sono di tre tipi e la possibilità che il vapore venga rilevato come fumo dipende da quale tra questi viene utilizzato. I modelli sono:

1) Rilevatore di temperatura
2) Rilevatore a ionizzazione
3) Rilevatore ottico

Rilevatore di temperatura

Quello meno usato e che pone meno problemi agli svapatori è il rilevatore di temperatura, che viene utilizzato soprattutto nelle cucine e s’innesca in base al livello di calore e non alla quantità di fumo. Visto che non ci sono problemi di calore quando si svapa, non ci dovrebbero essere problemi a usare un sigarette elettroniche nelle vicinanze di questo tipo di allarme.

Rilevatore a ionizzazione

I rilevatori di fumo a ionizzazione funzionano grazie a una piccola quantità di materiale radioattivo compreso tra due piastre elettricamente cariche. Questo ionizza l’aria all’interno dell’apparecchio e genera una corrente che viene interrotta dalle particelle di fumo, azionando l’allarme.

Lavorando a livello di particelle, questo tipo di rilevatore è molto sensibile ai cambiamenti dell’ambiente. I sigarette elettroniche, producendo vapore e non fumo (quindi un diverso tipo di particelle), non dovrebbero azionare i rilevatori a ionizzazione, ma ci sono stati casi in cui è successo.

Rilevatore ottico

L’ultimo tipo di rilevatore di fumo è il più comune e quello che può essere azionato con più facilità da un sigarette elettroniche. I rilevatori ottici usano fasci di luce per rilevare eventuale fumo nelle

vicinanze. In presenza di una certa quantità di fumo intorno al rilevatore, il fascio di luce viene interrotto e l’allarme scatta.

Il rischio che questo accada con il sigarette elettroniche è minore rispetto al fumo, ma è comunque possibile. Se il vapore è tanto da interrompere il fascio di luce, l’allarme scatterà, anche se non si tratta di fumo

Usare sigarette elettroniche vicino a rilevatori di fumo

Non esiste una regola per usare i vaporizzatori in presenza di rilevatori di fumo. Alcuni rilevatori potrebbero scattare, altri no. La cosa migliore da fare è giudicare ogni situazione in base alle circostanze. Se emetti molto vapore e sei molto vicino a un rilevatore di fumo in un’area affollata o sensibile, è meglio non svapare. In questo modo eviterai il rischio di far scattare l’allarme e non causerai problemi agli altri e a te stesso.

Se invece ti trovi a casa tua, di un parente o di un amico, o sei parecchio distante da un rilevatore di fumo ed emetti il tuo vapore lontano, non ci dovrebbero essere problemi. Tenendo lontano il vapore dal rilevatore, riduci il rischio di attivarlo e anche se dovesse scattare, sei comunque in un ambiente in cui non dai fastidio.

Come sempre, tuttavia, se sei in un’area in cui l’uso dei sigarette elettroniche è strettamente proibito, rispetta le regole e non svapare.

Immagine: Wikipedia (Creative Commons)

Più recente