Come rimediare all’odore del fumo che si attacca ai vestiti ed ai capelli? Vi sveliamo alcuni rimedi

20/12/2018

Rimedi per eliminare la puzza di fumo da una camera, dalle mani e dall’auto

Categorie: News

 

La puzza di fumo che ristagna negli ambienti chiusi in cui si fuma viene definito “fumo di terza mano”. Si tratta di una pellicola che si forma con il deposito dei derivati della combustione e si raccoglie sulla tappezzeria, su tende e su tutti gli altri oggetti. Ti togliamo subito dal dubbio: queste sostanze rientrano nella categoria del fumo passivo e hanno lo stesso potere cancerogeno. Pertanto, anche se un fumatore fuma in casa o in ufficio soltanto quando è solo, espone comunque i propri conviventi, familiari o colleghi ad un alto rischio. E poi, diciamocela tutta: la persistente puzza di fumo non piace neppure ai fumatori più accaniti!
Ma come si fa ad eliminare la puzza di fumo in una stanza, dall’auto e dai capelli? Ti sveliamo qualche prezioso trucco e i più validi rimedi naturali. Ma il consiglio più efficace te lo riveliamo soltanto alla fine!

Eliminare la puzza di fumo da casa

Quanto è piacevole entrare in una casa ed essere avvolti da un forte odore di stantio? Beh, forse non molto. Ma è ciò che accade molto spesso nelle case in cui si fuma. E che siano stati gli ospiti o il convivente, poco importa. Ora la puzza di fumo in casa c’è e dobbiamo scoprire come eliminarla!

Areare le stanze per mandare via la puzza di fumo

Quando una camera puzza di fumo, vuol dire che c’è un’elevata concentrazione di particelle di resina e catrame intrappolata in tessuti, muri e oggetti. Limitandoci ad areare la stanza per 5-10 minuti, queste tornano subito dopo a mescolarsi con le particella di aria fresca saturando nuovamente l’ambiente. Sarà necessario areare la stanza più a lungo possibile per notare qualche differenza. Ma non illuderti: non hai di sicuro risolto il problema!

Pulire casa, arredi e tessuti per neutralizzare puzza di fumo

Le particelle di resina e catrame si depositano sugli oggetti e vengono assorbite dai tessuti.

Per questo motivo è necessario lavare accuratamente tendaggi, tessuti e tappezzeria esposta al fumo, magari con scaglie di sapone di marsiglia e oli essenziali. Di sicuro i lavaggi dovranno essere molto più frequenti rispetto ad una casa in cui non si fuma.

Per un lavaggio a secco della tappezzeria non rimovibile, invece si può versare direttamente del bircarbonato in polvere sui tessuti, lasciarlo agire per circa 15 minuti, per poi spazzolarlo via energicamente.

Purificare l’aria per combattere l’odore di fumo

Ci sono tanti metodi, molti dei quali naturali, anche per purificare l’aria e combattere la puzza di fumo.

Una buona idea può essere quella di distribuire in giro per casa delle piante d’appartamento, come l’edera comune, l’aloe vera, la dracena e il gelsomino.

Ma ci sono anche dei prodotti naturali capaci di nascondere puzza di fumo e cattivi odori, come il carbone attivo e l’argilla.

Come deodoranti naturali mangiafumo possiamo utilizzare: aceto bianco in una ciotola da riporre sul calorifero, zucchero, oppure bucce di arancia e limone secchi da bruciare.

Può sembrare strano, ma anche i libri assorbono la puzza di fumo: pertanto sarà utile, di tanto in tanto, far prendere un po’ d’aria alle pagine.

E se questi rimedi contro la puzza di fumo dovessero risultare troppo blandi, si può anche utilizzare un purificatore d’aria per interni.

Eliminare puzza di fumo dalle pareti

Quando si fuma in casa, anche le pareti finiscono per assorbire il cattivo odore del fumo di sigaretta. Ritinteggiare le pareti non è sufficiente per eliminarlo. Prima di verniciare, è consigliabile far areare bene le stanze e poi trattare le pareti con un fissativo antiodore.

Rimedi contro la puzza di fumo su abiti, mani e capelli

Quello della puzza di fumo su abiti e capelli è un problema che non riguarda direttamente soltanto i fumatori. Proprio così: se qualcuno alla fermata decide di fumare una bella sigaretta, sta pur sicuro che il tuo giubbino puzzerà di fumo esattamente come il suo (e forse anche di più, se il vento è sfavorevole!); se l’ambiente è ristretto e al chiuso, la cosa peggiora non poco.
Che tu sia il fumatore o meno, vediamo come eliminare la puzza di fumo da giubbotti, capelli e mani.

Quando il vestito o il giubbotto puzza di fumo

Come abbiamo visto, i tessuti tendono ad assorbire e intrappolare le particelle di derivati della combustione, rendendo particolarmente difficoltosa l’eliminazione dell’odore di fumo. Tuttavia ci sono diversi trucchi per riuscire nell’intento.

Innanzitutto, così come per gli ambienti domestici, anche in questo caso è opportuno esporre all’aria aperta i capi di abbigliamento e i giubbotti che puzzano di fumo per un periodo più o meno prolungato, per poi riporli in un sacco di plastica con un sacchetto di lavanda.
E se questo non dovesse bastare?

Per i capi che possono essere lavati in acqua, a mano o in lavatrice, solitamente è sufficiente aggiungere all’acqua calda e al detersivo un pizzico di bicarbonato che, grazie alle sue proprietà chimiche, assorbe gli odori. In alternativa, si possono utilizzare un paio di cucchiai di aceto bianco o di scaglie di sapone di marsiglia.

Nel caso di capi particolari, come quelli di lana, può essere necessario l’utilizzo di prodotti specifici da applicare secondo le istruzioni.

Come eliminare la puzza di fumo nei capelli

I capelli, come i vestiti, si impregnano facilmente del cattivo odore di fumo anche, semplicemente, stando accanto a qualcuno che fuma. Si tratta di un odore davvero poco gradevole che comprensibilmente si desidera rimuovere subito. Ci sono diversi trucchi o soluzioni per eliminare la puzza di fumo dai capelli.

La prima soluzione, più ovvia, è quella di fare uno shampoo appena rientrati a casa, per evitare che la puzza diventi più forte e più difficile da eliminare. Con il lavaggio accurato del cuoio capelluto e l’applicazione di balsamo e lozioni profumate (magari a base di agrumi), il problema sarà presto risolto.

Se non hai il tempo di fare uno shampoo, una soluzione più rapida consiste nel pettinare i capelli e ventilarli per qualche minuto con il phon, per poi applicare una lozione profumata.

In alternativa, si può utilizzare il classico talco per neonati: basta spargerne un po’ sui capelli e poi pettinarli con una spazzola con setole morbide per rimuovere bene la polvere.

Eliminare la puzza di fumo dalle mani

Oltre ai vestiti e agli ambienti, il fumo lascia un cattivo odore persistente anche sulle mani del fumatore. Lavare semplicemente le mani con acqua e sapone può non essere sufficiente. Ma ci sono alcuni rimedi per eliminarlo efficacemente.

Ti consigliamo di lavare accuratamente le mani con il sapone, usando uno spazzolino soprattutto per le dita, i polpastrelli e le unghie. Una volta risciacquate, bisogna immergere le mani in acqua e mezza tazza d’aceto bianco e tenerle in ammollo per qualche minuto.

In alternativa si può utilizzare del bicarbonato proprio come si farebbe con un normale sapone. Questa soluzione è sicuramente più rapida della precedente.

Puzza di fumo in macchina: come eliminarla

Fumare in auto lascia una sgradevole puzza. Vi spieghiamo come eliminarla.

Capita spesso che i fumatori più incalliti non riescano a rinunciare ad una sigaretta mentre si trovano alla guida della propria auto. A causa di questa abitudine, l’abitacolo assorbe l’odore sgradevole del tabacco che poi è davvero difficile da eliminare. Ma vediamo qualche rimedio per togliere la puzza di fumo dalla macchina.

Innanzitutto, è consigliabile far areare bene l’abitacolo. Quando si fuma in auto, entrambi i finestrini anteriori dovrebbero essere aperti almeno a metà per ridurre l’assorbimento di puzza di fumo.

Per un abitacolo già impregnato di puzza di fumo, sarà necessario intervenire innanzitutto sulla tappezzeria: come già visto per quella di casa non rimovibile, si possono cospargere tutte le parti in tessuto con del bicarbonato, lasciarlo agire per qualche minuto per poi spazzolarlo energicamente. I residui possono poi essere facilmente rimossi con un’aspira polvere da auto.

Per chi preferisce i rimedi naturali, nell’abitacolo possono essere disposte delle ciotoline con dello zucchero, che durante la notte assorbirà una buona parte del cattivo odore (questo rimedio, però, non è consigliato d’estate).

Se tutto questo non dovesse bastare, in commercio ci sono diversi prodotti specifici per eliminare la puzza di fumo dall’auto: dagli spray anti-odore ai deodoranti per auto.

In generale, è comunque consigliata una più frequente pulizia dell’abitacolo.

Il modo più efficace per eliminare la puzza di fumo

Fin qui abbiamo passato in rassegna diversi rimedi per eliminare il cattivo odore della sigaretta. Ma bada bene, ci vorrà tempo prima che un’auto o una stanza che puzza di fumo torni profumata e fresca.

Se davvero desideri eliminare la puzza di fumo dalla casa o dall’auto, il modo più efficace è smettere di fumare o, almeno, decidere di non fumare più in questi ambienti. Pertanto ospiti e passeggeri tabagisti dovranno essere gentilmente accompagnati in balcone o fuori dall’auto, se proprio desiderano fumare!

C’è però anche un’altra alternativa: passare alla sigaretta elettronicaPassare a questo dispositivo ha l’immediato vantaggio di eliminare il problema della puzza di fumo di sigaretta: dal momento che non richiede combustione, l’e-cig è potenzialmente meno dannosa per il vaper e per chi gli sta intorno, e inoltre non produce fumo passivo (di seconda e terza mano).

Condividi

Torna sopra