Il tiro di guancia consiste nell’accumulare prima il vapore nella bocca, facendo uscire l’eccesso, e poi aspirare

28/02/2019

Sigaretta elettronica: svapare a polmone o di guancia?

Categorie: News

 

Svapi di Guancia o Svapi di Polmone? Spesso questa domanda viene posta dal rivenditore di sigarette elettroniche al momento dell’acquisto di un nuovo dispositivo. Ma se ci si sta avvicinando per la prima volta allo svapo, può essere davvero difficile capire cosa si intenda.

Svapare può essere considerato un vero e proprio stile di vita e, anche per la modalità di utilizzo del dispositivo, si distinguono principalmente due gruppi di vapers, appunto: chi tira “di guancia” e chi tira “di polmone”. I due modi di svapare sono completamente diversi e danno sensazioni ed effetti differenti.

Se non ne hai mai sentito parlare e svapi senza pensare ad una precisa tecnica, sarai certamente curioso di scoprire che tipo di svapatore sei. Allora vediamo insieme qual è il tuo stile ideale, quali sono le differenze tra questi due diversi tipi di utilizzo della sigaretta elettronica e quali caratteristiche rendono una e-cig e un e-liquid più adatti al tiro di guancia o di polmone.

“Tiro di guancia” o “svapare di guancia”

Il tiro di guancia è detto in inglese “Mouth To Lung” (MTL).

Chi si approccia per la prima volta al vaping, generalmente, tende ad utilizzare la tecnica del tiro di guancia. Questo è il metodo più “spontaneo” che, solitamente, viene utilizzato anche dalla maggior parte dei fumatori di bionde tradizionali e di vapers che non sceglie un metodo preciso, perché è una tecnica che si usa inconsciamente, dal momento che segue il ritmo naturale della respirazione.

Con il tiro di guancia il vaper tira una boccata di vapore con una contrazione delle guance, riempiendosi la bocca, per poi inspirare, facendo scendere il vapore giù per la gola, e successivamente espirare, buttandolo nuovamente fuori. Si tratta dunque di una tecnica che si svolge in 3 tempi.

Caratteristiche del “tiro di guancia”

  • Il tiro di guancia è il metodo più “naturale”, pertanto consente di fare una svapata più rilassata e tranquilla.
  • Eseguito a denti stretti, consente un maggiore attrito dell’aria inspirata sulla superficie della lingua, cosa che dà un effetto piacevole e consente di assaporare meglio l’aroma, in particolare se molto delicato.
  • Infine, il tiro di guancia produce una minore quantità di vapore e consuma meno liquido e meno batteria.

In definitiva si può dire che il tiro di guancia, oltre ad essere certamente il metodo più adatto ai neofiti, è il tipo di aspirazione che si addice di più anche a chi desidera assaporare meglio gli aromi e vuole o svapare in modo più rilassante.

Sigarette elettroniche e tiro di guancia

Per effettuare il tiro di guancia con un vaporizzatore, occorre una sigaretta elettronica con particolari caratteristiche. Infatti è utile che il modello scelto abbia un beccuccio ristretto ed una resistenza ad alti Ohm. Tra le sigarette elettroniche per tiro di guancia, ad esempio, possiamo elencare sicuramente myblu®

“Tiro di polmone” o “svapare di polmone”

Chi tira di polmone aspira direttamente il vapore nei bronchi per ottenere un hit più intenso

Il tiro di polmone è detto in inglese “Direct to Lung” (DTL).

Si tratta di un tipo di aspirazione molto più intensa e pesante che, solitamente, viene sconsigliata ai vapers neofiti e, ancor più, ai fumatori delle sigarette tradizionali.

Con il tiro di polmone il vaper inspira il vapore a pieni polmoni senza passaggi intermedi e senza accumulare vapore o fumo in bocca. Dopo un paio di secondi, si espira. Si tratta dunque di un metodo a 2 tempi.

Caratteristiche del “tiro di polmone”

  • L’inalazione senza passaggi intermedi, tipica di una sigaretta elettronica polmonare, è una tipologia di tirata che con il vaporizzatore consente di ottenere, a parità di nicotina, un hit (colpo in gola) più intenso.
  • Se eseguito con il vaporizzatore, il tiro di polmone genera una quantità di vapore decisamente maggiore consentendo una fumata molto più intensa, tuttavia la temperatura va abbassata per non produrre un impatto eccessivamente forte.
  • Questo metodo può aumentare la quantità di nicotina assorbita durante lo svapo (per questo bisogna usare liquidi con meno nicotina).
  • L’uso della sigaretta elettronica a polmone può inoltre provocare un consumo più rapido di liquidi e batteria, e, in generale, una più rapida usura dei dispositivi, i cui componenti sono più stressati.

In generale, si può dire che l’uso della sigaretta elettronica con “tiro polmonare” si addice maggiormente a chi cerca un hit più intenso.

Sigaretta elettronica polmonare e tiro a polmone

Abbiamo visto in cosa consiste questo metodo, ma com’è fatta e quali caratteristiche deve avere una sigaretta elettronica polmonare? È necessario che abbia basse resistenze, fori di aspirazione piuttosto grandi ed una potenza elevata.

Tiro ibrido, per gli indecisi

Le alternative, però, non sono così nette e bisogna pur avere la possibilità di capire quale sia la modalità ritenuta più adatta tra l’utilizzo della sigaretta elettronica polmonare e il tiro di guancia.

I neofiti dell’e-cig possono cimentarsi in un mix dei due metodi per provare grossolanamente entrambe le modalità di aspirazione: si tratta del tiro ibrido.

Per questo tipo di utilizzo occorre un dispositivo che consenta di aspirare intensamente quando si effettua il tiro di polmoni e di ridurre l’intensità di aspirazione quando si effettua il tiro di guancia.

Ora che conosci tutti i metodi di aspirazione, potrai scegliere quello più adatto a te e scoprire che tipo di svapatore sei!

https://www.sigmagazine.it/2018/08/tiro-di-guancia/

 

Condividi

Torna sopra