Cosa sono gli ohm e come funzionano nelle e-cig?

Cosa sono gli ohm e come funzionano nelle e-cig?

Perché la legge di Ohm è tanto importante per lo svapo? Come e quando la si deve applicare, per svapare in sicurezza?

Se sei uno svapatore è importante conoscere le leggi di Ohm su cui si basa il corretto funzionamento della tua sigaretta elettronica. In questo articolo scoprirai a quanti watt svapare, cosa sono gli Ohm nelle resistenze, il calcolatore per la coil per conoscere la resistenza più giusta, cosa sono le leggi di Ohm, la tabella delle resistenze e molto altro: tutto questo per svapare in sicurezza.

Le leggi di Ohm e l’applicazione nelle sigarette elettroniche

Per saper usare correttamente la tua sigaretta elettronica è importante conoscere come funziona e le correlazioni tra i vari componenti del dispositivo. Per esempio è utile sapere che le sigarette elettroniche funzionano grazie alla produzione di energia elettrica di una pila, questa energia riscalda una resistenza che permette al liquido di riscaldarsi e quando il liquido si scalda produce il vapore che viene inalato. Le leggi di Ohm, chiamate così in onore del fisico Georg Ohm, sono formule matematiche del 1827 che spiegano proprio questo processo fisico.

Conosciamo un po’ il glossario svapo, per sapere che le sigarette elettroniche sono adatte a tutti i vapers, basta conoscere alcune nozioni di fisica basilari per capire il loro funzionamento. Per esempio a cosa servono le resistenze delle sigarette elettroniche? Azionando la sigaretta elettronica, l'atomizzatore prende dalla batteria l'energia necessaria per riscaldarsi. A questo punto la resistenza, la coil, diventa incandescente e, nel momento in cui incontra il liquido, lo vaporizza. Come avviene tutto questo? Grazie a due leggi fisiche, la prima e la seconda legge di Ohm. Vediamo come.

La prima legge di Ohm dice che in un filo conduttore di energia elettrica, l’intensità della corrente è direttamente proporzionale al voltaggio. Mentre l’intensità della corrente è inversamente proporzionale alla resistenza. Per spiegarti il concetto più semplicemente, possiamo dire che la corrente aumenta se si alza la tensione della batteria o se si diminuisce la resistenza del circuito.

La seconda legge di Ohm afferma invece che in un filo conduttore, la resistenza è direttamente proporzionale alla lunghezza e inversamente proporzionale alla sua sezione.

Corrente, valore della resistenza in Ohm e tensione della coil

Nella pratica, le leggi di Ohm regolano il buon funzionamento del tuo dispositivo e-cig. Infatti utilizzando le leggi di Ohm è possibile calcolare:

  • il quantitativo di corrente che attraversa la resistenza della e-cig;
  • il valore in Ohm della resistenza della coil;
  • la tensione applicata alla coil in base all’energia erogata dalla batteria, in volt.

I volt e i watt sono due valori che servono per sapere quant’è potente è la svapata, ovvero quanto denso, corposo e caldo è il vapore che arriva utilizzando l’e-cig: più watt significano più potenza. All’aumentare dei watt aumentano i volt e viceversa. Questo perché i watt, che nella pratica sono la quantità di vapore emesso, sono una conseguenza diretta dei volt. La formula dice che i watt sono il risultato dei volt elevati al quadrato, divisi per gli ohm della resistenza.

Le sigarette elettroniche sono dei dispositivi dotati di una batteria, con uno specifico valore di tensione con due poli, negativo e positivo, che viene collegata alla resistenza (o coil) e riscaldarla, grazie all’ erogazione di corrente. È il riscaldamento della coil che permette di vaporizzare i liquidi per la sigaretta elettronica. Conoscere la prima e la seconda legge di Ohm ti aiuta ad individuare la resistenza più adatta alla batteria della tua e-cig per evitare spiacevoli incidenti.

Correlazione tra legge di Ohm e svapo: come svapare in sicurezza

Dopo aver spiegato la teoria, scopriamo come si utilizzano nella pratica le leggi di Ohm. Qualsiasi batteria per e-cig eroga corrente solo fino ad un determinato livello. Superato questo livello, c’è il pericolo di surriscaldare la batteria, con il rischio di causare un corto circuito e rovinare la batteria stessa.

Ecco perché è importante tenere sotto controllo l’intensità della corrente. Se, per esempio, hai una coil da 0,5 ohm con una batteria da 4,2 volt, secondo la prima legge di Ohm, dovresti dividere 4,2 per 0,5: scoprirai che hai a che fare con un’intensità di 8,4 ampere. Se questo valore non supera quello della corrente massima che può erogare la batteria, puoi stare tranquillo, la tua e-cig è sicura. In caso contrario, per abbassare l’intensità della corrente, dovresti aumentare il valore in ohm della resistenza.

La legge di Ohm e la potenza della sigaretta elettronica

Applicando la formula inversa della legge di Ohm possiamo calcolare il valore minimo della resistenza, in base alla corrente a scarica continua della nostra batteria. In sostanza con la legge di Ohm possiamo sapere quanta corrente attraversa la resistenza in ampere, qual è il valore della resistenza della coil, e quale tensione si applica alla coil, in base all’erogazione delle batterie.

A questo si aggiunge che, una volta determinati questi valori, sarà possibile conoscere anche la potenza della sigaretta elettronica, ossia il wattaggio. Se non vuoi fare questi calcoli, online puoi trovare delle tabelle preimpostate per conoscere i valori corretti dei tuoi dispositivi per la sigaretta elettronica. Quindi in sostanza non esiste un valore unico di watt, perché la potenza corretta si regola in base alla resistenza che hai sul tuo atomizzatore.

Alcuni consigli pratici sull’utilizzo delle e-cig

Cambiando il valore della potenza, cambia l’intensità del vapore e il vapore sarà anche più o meno caldo. Non solo. Se il valore fosse troppo alto, potresti bruciare la coil. La regola è che ogni coil può avere un valore di watt minimo e un valore di watt massimo. Tra il minimo e il massimo puoi inserire il numero che desideri, sapendo che più i watt si alzano, più vapore si crea. Se però il vapore sarà più caldo, consumerai più liquido e più batteria e quindi la coil durerà di meno. Inoltre, al variare della potenza, cambierà anche il gusto del tuo liquido. Le basse potenze favoriscono i gusti delicati e freschi, le alte potenze favoriscono i gusti più avvolgenti e intensi. Se i watt si alzano troppo, potresti bruciare la coil e il sapore potrebbe avere delle sfumature di bruciato, con il rischio di danneggiare la resistenza al punto da doverla sostituire.

Insomma meglio utilizzare la tua e-cig prestando attenzione a tutti questi particolari.

Quale sigaretta elettronica scegliere?

Con queste indicazioni sarà più semplice capire come scegliere una sigaretta elettronica che racchiuda le migliori caratteristiche. Ma quale marca di sigaretta elettronica scegliere? Per esempio Vape Device myblu che contiene un dispositivo myblu e un cavo di ricarica. Questa è la sigaretta elettronica migliore per chi cerca un’esperienza di vaping innovativa e intensa. Un dispositivo in grado di soddisfare tanti requisiti come garantire il massimo del comfort e delle performance grazie a batterie potenti ma leggere; non ha bisogno di manutenzione perché la ricarica è semplice e veloce; supporta un’ampia varietà di liquidi tra i quali poter scegliere. La batteria si ricarica in soli 30 minuti e dura tutto il giorno; il modello è perfetto anche per chi non vuole perdere tempo con la manutenzione, in quanto con myblu potrai cambiare aroma in un lampo grazie al comodo sistema Clicca e Svapa!