Quale sigaretta elettronica scegliere per svapare

Quale sigaretta elettronica scegliere per svapare

Se hai dubbi su quale tipo acquistare e su come svapare, ecco dei consigli utili per trovare il modello di e-cig su misura per te.

Quale sigaretta elettronica scegliere per svapare

Hai deciso di passare allo svapo, ma non sai come scegliere la sigaretta elettronica migliore per le tue esigenze? Il mercato delle e-cig, in effetti, è ormai sconfinato e per chi non se ne intende non è facile orientarsi e trovare subito la sigaretta elettronica perfetta. Se hai dubbi su quale tipo acquistare e su come svapare, ecco dei consigli utili per trovare il modello di e-cig su misura per te.

Come scegliere la sigaretta elettronica: da dove iniziare

Sigaretta elettronica: quale scegliere? Prima di capire quale sigaretta elettronica comprare, bisogna innanzitutto precisare che questo prodotto è pensato per chi è già fumatore e vuole smettere o diminuire: se non fumi, quindi, non dovresti iniziare a svapare. Una volta chiarito questo punto, per capire il mondo della sigaretta elettronica e come sceglierla bisogna valutare due aspetti davvero importanti.

In primo luogo è utile considerare il proprio modo di fumare: sei un fumatore accanito o fumi solo qualche sigaretta al giorno?

  • Se sei abituato a fumare molto o a fumare sigarette molto forti dovrai orientarti verso e-cig potenti che, al momento dell’aspirazione, ti diano un effetto più intenso. In questo caso, inoltre, ti conviene iniziare con dei liquidi alla nicotina, per poi abbassarne la concentrazione gradualmente. Se sei un fumatore accanito, infatti, iniziare subito con liquidi senza nicotina potrebbe non darti soddisfazione e il rischio è quello di tornare subito al tabacco.
  • Se, invece, fumi solo qualche sigaretta al giorno o fumi sigarette light puoi orientare la scelta verso una sigaretta elettronica piccola e pratica, e verso liquidi privi di nicotina o con una concentrazione minore, così potrai svapare nei momenti di pausa o dopo i pasti, come sei abituato a fare, senza sentire il bisogno di tornare al tabacco.

La scelta della sigaretta elettronica migliore, però, non riguarda solo l’atto dello svapare, ma dipende anche dal tipo di utilizzo che si fa della propria sigaretta elettronica. Esistono tanti modelli, misure e specifiche di e-cig: ad esempio ci sono le sigarette elettroniche grandi, le sigarette elettroniche monouso o sigarette elettroniche usa e getta e le sigarette elettroniche a penna. Allora come scegliere la miglior sigaretta elettronica?

Quale sigaretta elettronica scegliere: ecco i fattori fondamentali

Dopo aver valutato i primi due aspetti per riuscire a individuare la sigaretta elettronica migliore per le proprie esigenze, passiamo ora a considerare i principali fattori, in particolare quelli più tecnici, da prendere in esame al momento della scelta del modello. Per capire quale sigaretta elettronica comprare bisogna basarsi su questi quattro elementi:

  • la durata e la potenza della batteria;
  • la manutenzione;
  • i liquidi a disposizione;
  • il design del prodotto. Vediamo nel dettaglio queste caratteristiche per orientarsi nella scelta della sigaretta elettronica più adatta.

Durata e potenza della batteria

Per individuare la sigaretta elettronica migliore tra le tante sul mercato, la durata e la potenza della batteria sono aspetti che non devi mai sottovalutare. Se sei un fumatore accanito, probabilmente userai molto anche la sigaretta elettronica, quindi ti consigliamo di scegliere un modello la cui batteria duri a lungo, per non rischiare di trovarti senza la possibilità di svapare quando sei in giro e non hai modo di ricaricare il dispositivo. Un buon prodotto dovrebbe comunque garantire sempre ottime prestazioni della batteria.

Anche nel caso della potenza, per la scelta ti suggeriamo di basarti sulle tue abitudini, in particolare se preferisci il tiro di guancia o quello di polmone. Il primo è più soft e, nel caso delle e-cigarettes, aiuta a esaltare di più l’aroma del liquido utilizzato. In questo caso va bene anche una batteria con una potenza non troppo elevata. Il cosiddetto tiro di polmone, invece, è quello più profondo che consente di aspirare una grande quantità di fumo: se è questa la tua abitudine e se ti piace svapare emettendo grandi quantità di vapore, allora devi capire quale sigaretta elettronica fa più vapore. Di solito, i modelli più adatti al tiro di polmone sono quelli dotati di batterie potenti.

Manutenzione

Quando si decide di passare allo svapo, non è importante solo informarsi su come fumare la sigaretta elettronica, ma anche capire come fare una corretta manutenzione del prodotto per far sì che duri a lungo e garantisca sempre alte prestazioni. Molte persone amano dedicarsi alla cura della e-cig e comprare gli accessori per la pulizia e la ricarica, per questo scelgono prodotti elaborati che hanno però un costo elevato e costringono poi a dotarsi di vari strumenti per la manutenzione. Bisogna sempre considerare che queste operazioni richiedono del tempo, oltre che, appunto, molto denaro. Per chi invece preferisce un prodotto più pratico, la sigaretta elettronica migliore è quella dalla struttura semplice che si ricarica in modo facile e veloce e che non richiede una manutenzione complicata.

I liquidi a disposizione

Scegliere la sigaretta elettronica significa non solo comprare il modello più adeguato alle tue esigenze, ma individuare anche i liquidi che meglio si adattano ai tuoi gusti: ti consigliamo, dunque, di considerare tutti gli aromi a disposizione, compresi quelli al tabacco e le diverse concentrazioni di nicotina disponibili.

Design del prodotto

Come anticipato, la sigaretta elettronica migliore è quella che meglio si adatta al proprio stile: nella scelta, dunque, il design rappresenta un aspetto fondamentale. In questo caso la decisione è strettamente personale: la tua e-cig deve essere affine al tuo modo di essere, con un design che soddisfi i tuoi gusti e abitudini, per poterla utilizzare sempre sentendoti a tuo agio.

Che tipi di sigaretta elettronica esistono?

Se cerchi una sigaretta elettronica, i modelli sono davvero tantissimi, per questo la scelta non è semplice per chi si avvicina per la prima volta allo svapo. Il consiglio è quello di evitare di confondersi con troppi dettagli e di basarsi essenzialmente sui tipi principali di e-cig, ovvero:

  • sigaretta elettronica a penna
  • sigaretta elettronica piccola
  • sigaretta elettronica più potente Vediamo nel dettaglio queste tipologie e i relativi modelli sigaretta elettronica disponibili.

Sigaretta elettronica a penna

La “sigaretta elettronica a penna” è quella che, appunto, somiglia ad una penna: è lunga e sottile e spesso ricorda proprio la forma di una sigaretta tradizionale. Con questo modello di e-cig, chi decide di passare allo svapo può mantenere la gestualità tipica del fumatore di sigarette. È pratica e comoda da portare con sé ma di solito non è dotata di batterie molto potenti.

Sigaretta elettronica piccola

Non ha la forma di una penna, pur essendo di dimensioni contenute: alla base contiene la batteria, di solito è di forma quadrata o rettangolare, mentre sopra ha il clearomizzatore e il liquido. È tascabile e quindi molto comoda da portare con sé, anche se non sempre le batterie possono garantire elevate prestazioni.

Sigaretta elettronica più potente

È quella più grande ed elaborata, con una base massiccia che contiene la batteria ad alto voltaggio per avere un effetto più intenso. Se stai cercando una sigaretta elettronica che fa più fumo, sicuramente questo tipo è ciò che può fare al caso tuo. Una sigaretta elettronica grande è però anche meno pratica da portare in giro, in quanto è ingombrante e le batterie pesano molto di più, sebbene garantiscano prestazioni maggiori.

Le mod e i vaporizzatori personali avanzati

Esistono poi le mod, cioè i vaporizzatori personali avanzati, disponibili in un'ampia gamma di specifiche e modelli con finiture e design personalizzati e caratteristiche differenti. Le mod hanno molti vantaggi, ma sono di solito usate dagli svapatori più esperti. Chi è ancora alle prime armi e sta cercando la prima sigaretta elettronica può rimanere confuso dalla terminologia usata. Meglio informarsi adeguatamente, prima di iniziare a usare un vaporizzatore personale avanzato.

Come funzionano le sigarette elettroniche?

Il funzionamento delle sigarette elettroniche è molto semplice. In sintesi: hanno un elemento riscaldante che, grazie a una batteria, fa evaporare il liquido.
Esistono tre passaggi fondamentali nel funzionamento e nella conseguente manutenzione delle sigarette elettroniche: 1. la ricarica; 2. il rabbocco; 3. la conservazione.

Ricarica della sigaretta elettronica

Al fine di produrre vapore tramite l’elemento riscaldante, le sigarette elettroniche hanno bisogno di essere ricaricate. La ricarica di una e-cig può essere effettuata tramite un cavo USB o con un apposito kit di ricarica. Di solito è necessario un periodo di 1-3 ore per completare il processo di ricarica e, per velocizzare la procedura, è meglio usare una presa di corrente piuttosto che un computer. Si raccomanda di non lasciare ricaricare le sigarette elettroniche più a lungo del necessario poiché ciò potrebbe deteriorare il dispositivo.

Rabbocco del liquido

Il liquido all’interno della cartuccia o del clearomizzatore è esaurito? Occorre rabboccare la sigaretta elettronica prima di poterla usare di nuovo.

  • Le sigarette elettroniche a sistema aperto vengono riempite svitando i componenti e premendo delicatamente il liquido dalla boccetta nel cleromizzatore.
  • Per ricaricare le sigarette elettroniche a sistema chiuso basta avvitare una nuova cartuccia.
  • Invece non è possibile rabboccare le sigarette elettroniche monouso.

Conservazione della sigaretta elettronica

Per conservare correttamente una e-cig occorre tenerla al riparo da fonti di calore e dalla luce diretta del sole. Inoltre è consigliabile rimuovere le impurità presenti sul dispositivo o al suo interno con un cotton fioc.

Cosa sono i liquidi per sigaretta elettronica?

Il liquido è un elemento cruciale in una sigaretta elettronica. È il fluido che viene trasformato in vapore prima di essere inalato. Esistono numerosi aromi e diverse gradazioni di nicotina.

Quali sono gli ingredienti dei liquidi per sigaretta elettronica?

I liquidi per sigaretta elettronica sono composti principalmente da glicole propilenico (PG) o da glicerina vegetale (VG), in proporzioni variabili.

  • Il glicole propilenico è di solito impiegato maggiormente del secondo, perché offre un colpo in gola migliore, un aroma più intenso e, presentando una viscosità inferiore rispetto alla glicerina vegetale, rende più semplice la pulizia del cleromizzatore.
  • La glicerina vegetale è però più dolce del glicole propilenico, quindi i liquidi realizzati prevalentemente con glicerina vegetale avranno un sapore più dolce. Un altro vantaggio della glicerina vegetale (VG) rispetto al glicole propilenico (PG) è il tipo di vapore: la “nuvola” prodotta con questa sostanza risulta più spessa e consistente rispetto al glicole propilenico.

Insieme alla glicerina vegetale e al glicole propilenico, i liquidi per sigaretta elettronica sono composti anche da:

  • Acqua distillata, per ridurre la viscosità del liquido;
  • Aromi;
  • Nicotina (alcuni liquidi, però, contengono lo 0% di nicotina).

Quali sono le gradazioni dei liquidi per sigaretta elettronica?

Esistono diverse gradazioni di nicotina dei liquidi per le sigarette elettroniche. Le gradazioni dei liquidi sono misurate in percentuali, a indicare la parte del liquido composta da nicotina. La percentuale massima di nicotina consentita in un e-liquid è del 2% in conformità con le normative EUTPD. Il liquido più “forte” della gamma blu® contiene una percentuale di nicotina pari all'1,6%.

Come scegliere l’aroma della sigaretta elettronica? In base al tipo di aroma preferito e alla gradazione di nicotina, che può essere anche dello 0%.

Sigarette elettroniche: i vantaggi di myblu®

Con queste indicazioni sarà più semplice capire come scegliere una sigaretta elettronica che racchiuda tutte le migliori caratteristiche. Ma quale marca di sigaretta elettronica scegliere? L’ideale è scegliere una marca in grado di soddisfare tutte le tue esigenze. Ecco il nostro consiglio.

myblu® Vape Device

Alla domanda “sigaretta elettronica, quale marca scegliere?”, la nostra risposta è senz’altro il Vape Device myblu® che contiene un dispositivo myblu® e un cavo di ricarica. Questa è la sigaretta elettronica migliore per chi cerca un’esperienza di vaping innovativa e intensa. Un dispositivo in grado di soddisfare tutti i requisiti di cui abbiamo parlato:

  • è un prodotto dal design innovativo, elegante e adatto a ogni occasione;
  • garantisce il massimo del comfort e delle performance grazie a batterie potenti ma leggere;
  • non ha bisogno di manutenzione perché la ricarica è semplice e veloce;
  • supporta un’ampia varietà di liquidi tra i quali poter scegliere.

La batteria si ricarica in soli 30 minuti e dura tutto il giorno; il modello è perfetto anche per chi non vuole perdere tempo con la manutenzione, in quanto con myblu® potrai cambiare aroma in un lampo grazie al comodo sistema Clicca e Svapa!