Sigarette elettroniche in aereo

Sigarette elettroniche in aereo

Le norme relative allo svapo in aereo hanno subito diversi cambiamenti nel corso degli anni. Inizialmente non era chiaro se lo svapo fosse consentito negli aeroporti e sugli aerei stessi, in quanto ogni compagnia aerea applicava normative diverse.

Ora le regole sono più chiare e lo svapo non è più consentito sugli aerei o negli aeroporti. A seconda dell'aeroporto da cui parti, possono essere disponibili aree designate dove è consentito svapare. Per meglio comprendere le normative che ti riguardano, ti consigliamo di verificare le regole dell'aeroporto prima di iniziare il tuo viaggio.

Non è consentito trasportare le sigarette elettroniche all'interno dei bagagli consegnati, ma occorre invece farle passare attraverso i controlli di sicurezza nei bagagli a mano. Ciò significa che, come tutti gli altri liquidi che devono passare i controlli di sicurezza, gli e-liquid dovranno essere riposti in sacchetti di plastica trasparente. Quindi non è possibile trasportare un contenitore che superi il limite di 100 ml di liquido, anche se è bene tenere presente che tutti i liquidi blu® sono confezionati in boccette da 10 ml. Anche i cleromizzatori possono essere soggetti a fuoriuscite di liquido durante il volo, quindi è bene vuotarli prima del decollo.

A seconda del luogo in cui ti stai recando, potresti avere difficoltà a reperire i liquidi per sigarette elettroniche. In certi paesi, alcuni prodotti blu® non sono disponibili e anche le leggi sulle sigarette elettroniche possono variare.

Una volta passata la sicurezza, è una buona idea avvolgere eventuali sigarette elettroniche e liquidi con della carta assorbente o sistemarli in un contenitore a tenuta stagna. Infatti il cambiamento di pressione che si verifica durante la salita in quota dell'aereo può far fuoriuscire il liquido.