Divieto di fumare in auto e in camper: ecco cosa devi sapere

Divieto di fumare in auto e in camper: ecco cosa devi sapere

Cosa dice la legge circa la possibilità di fumare in auto e camper e cosa cambia se si utilizza una sigaretta elettronica.

Fumare in auto e in camper è possibile? Siamo abituati a pensare che, all’interno del proprio veicolo, fumare sia concesso. Ma non è così.

Il divieto di fumare in auto e in camper esiste, anche se solo in particolari condizioni. In materia di legge sul divieto di fumo in auto, infatti, stiamo assistendo ad alcuni cambiamenti. Il loro obiettivo è quello di tutelare la salute delle persone. Attenzione particolare viene riposta nei riguardi dei non fumatori dei bambini e delle donne in stato di gravidanza.

Le nuove disposizioni di legge, come il nuovo Codice della Strada 2020, non hanno apportato modifiche alle norme in vigore. Tuttavia la sensibilità collettiva sta cambiando. Durante la discussione delle norme da integrare nel nuovo Codice della Strada 2020, infatti, si è a lungo dibattuto se vietare il fumo in macchina tout court.

Questa norma non è stata inserita nella versione definitiva. La normativa in vigore dal febbraio 2016 sancisce il divieto di fumo in auto, anche se solo in determinate condizioni.

E se il fumo in alcune circostanze è vietato, cosa dice la legge circa la possibilità di svapare in camper e in auto? Vediamo in questo articolo cosa prevede la legge a proposito della sigaretta elettronica, del fumo in macchina e della possibilità di svapare in auto e in camper.

Divieto di fumare in automobile: condizioni e regole

Sull’argomento c’è spesso confusione. Esiste una legge che regola il divieto di fumo in auto? In altre parole: esiste il divieto di fumare in macchina? La risposta è sì, ma la legge parla di specifiche condizioni per tutelare le categorie più deboli. Vediamo in quali circostanze è vietato fumare in macchina e quali sono le sanzioni previste dalla legge per i trasgressori.

Quando è vietato fumare in auto?

Il decreto legislativo del 12 gennaio 2016, n. 6 , che ha recepito la direttiva 2014/40/UE relativa alla lavorazione, alla presentazione e alla vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati, ha esteso il divieto di fumo al conducente di autoveicoli, in sosta o in movimento, e ai passeggeri a bordo degli stessi in presenza di minori di diciotto anni e di donne in stato di gravidanza.

La legge italiana sul fumo, attualmente, non proibisce di utilizzare le sigarette in macchina. Piuttosto mira a salvaguardare la salute dei passeggeri non fumatori a bordo e, in particolare, dei minori di 18 anni e delle donne in stato di gravidanza. Lo fa vietando il fumo nell’abitacolo in loro presenza, indipendentemente dal fatto che il veicolo sia fermo o in movimento.

Questo perché, quando si fuma in auto, oltre alla puzza di sigaretta che invade l’abitacolo, ci sono ulteriori effetti negativi. Le concentrazioni di particolato, ad esempio, aumentano, determinando una situazione nociva anche per i passeggeri. Pertanto non devono essere sottovalutati i danni del fumo passivo inalato involontariamente dalle persone a stretto contatto con un fumatore, cosa che avviene in particolar modo in un ambiente ristretto come l’abitacolo di una vettura.

Il Ministero della Salute ha chiarito che il divieto ha il fine di tutelare i minori e il nascituro dal fumo passivo. “Si intende evitare che il minore di anni diciotto o la donna in stato di gravidanza, in un ambiente ristretto quale è l'autoveicolo, respirino il fumo consumato da altri (sia il fumo prodotto dalla combustione della sigaretta, sia quello che è stato prima inalato e successivamente espirato dai fumatori)".

Fumo in macchina: nel 2020 è cambiata la legge?

Il Nuovo Codice della Strada, approvato a fine dicembre e in vigore dall’inizio dell’anno, non fa menzione di nuove direttive riguardo al fumo. Prima della sua approvazione, però, è stata a lungo discussa la possibilità di vietare il fumo al conducente. Nel 2020 il divieto di fumo in macchina non ha subìto modifiche: rimane vietato fumare alla guida solo se in macchina sono presenti minori di diciotto anni e donne in stato di gravidanza. È vietato fumare in macchina o in camper, alle stesse condizioni, non solo per il guidatore, ma per tutti i passeggeri.

Sanzioni per chi fuma in auto

Chiaramente, per i trasgressori del divieto di fumo in auto e in camper in presenza di bambini e donne in stato di gravidanza, sono previste delle opportune sanzioni. La violazione delle norme relative al divieto di fumo è generalmente punita con una multa che va dai 27,50 ai 275 euro__text in bold__. Qualora siano coinvolte fasce particolarmente a rischio, come per esempio bambini di età inferiore ai 12 anni o donne in evidente stato di gravidanza, le cifre possono anche superare i 500 euro.

Inoltre è importante sapere che, come abbiamo visto, non si tratta di infrazioni disciplinate dal Codice della Strada, ma dalle regole generali per la “tutela della salute dei non fumatori”. Pertanto, in caso di sanzione, non verranno applicati i normali “sconti”, solitamente previsti per chi paga entro i primi 5 giorni dall’emissione di una multa.

Divieto di fumo al chiuso: il principio dietro la legge

L’articolo 51 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, la cosiddetta Legge Sirchia dal titolo “Tutela della salute dei non fumatori” entrata in vigore nel 2005, definisce le misure che servono a limitare i danni derivanti dall’esposizione al fumo passivo nei luoghi di lavoro e nei locali pubblici.

Da gennaio 2005 infatti, la legge Sirchia vieta il fumo in tutti i locali chiusi, pubblici e privati, inclusi bar, ristoranti e uffici. Per questo motivo, fumare in taxi è vietato. Fumare al chiuso rimane invece consentito, oltre che in auto e in camper (alle condizioni già viste), solo nelle abitazioni private o nei locali riservati ai fumatori.

Svapare in macchina e in camper: è consentito dalla legge?

L’utilizzo della sigaretta elettronica in camper è consentito? Si può svapare in macchina? La legge parla chiaro per lo svapo nei luoghi pubblici, non vengono fatti espliciti riferimenti, invece, sullo svapo in macchina e in camper. Il proprio veicolo è infatti un mezzo privato, e non c’è quindi al momento un divieto esplicito per questo tipo di dispositivo.

Tuttavia, nonostante non vi siano espliciti divieti imposti dalla normativa vigente, è comunque importante seguire le regole dettate dal buonsenso. In presenza di minori e di donne incinte, è consigliabile evitare di svapare in auto. Nonostante, infatti, diverse ricerche sostengano che le e-cig siano potenzialmente meno dannose delle classiche bionde, è comunque consigliabile evitare di svapare in presenza di passeggeri, specialmente se minori o maggiormente esposti.

L’abitacolo della macchina è un luogo molto piccolo e anche il camper, seppure di dimensioni più grandi, ha comunque poco ricircolo di aria. Inoltre, è necessario tener presente che utilizzare la sigaretta elettronica in auto mentre si guida può rappresentare una fonte di distrazione per diverse ragioni.

Se ti è capitato di fumare la sigaretta elettronica in auto, avrai notato che il vapore può provocare l’appannamento dei vetri all’interno dell’abitacolo: questo effetto può ridurre la visibilità da parte del conducente. Inoltre anche un posizionamento instabile della e-cig all’interno dell’abitacolo potrebbe indurre il guidatore a fare movimenti bruschi per poter recuperare il dispositivo. L’auto rimane però il luogo ideale per ricaricare la propria e-cig.

Un lungo tragitto o brevi spostamenti di lavoro diventano il momento perfetto per poter utilizzare gli accessori per ricaricare la sigaretta elettronica, ad esempio attaccando la charging station via USB all’impianto dell’auto o del camper.