Che significato hanno gli acronimi PG e VG?

PG è l'acronimo di Propylene Glycol (Glicole propilenico), mentre VG è l'acronimo di Vegetable Glycerin (Glicerina vegetale). Sono entrambi sostanze senza colore né odore aggiunte al liquido al fine di diluirne la percentuale di nicotina. Il rapporto tra PG e VG varia da liquido a liquido a seconda dell'aroma ed entrambi possono contribuire a esaltare alcune qualità dell'esperienza di svapo, ad esempio nuvole più corpose o un gusto più dolce. Entrambe le sostanze sono usate come additivi alimentari, ad esempio come dolcificanti o conservanti.

In che modo i composti PG e VG vengono usati nei liquidi?

L'uso del Glicole propilenico (PG), dalla consistenza più leggera, è più diffuso rispetto a quello della Glicerina vegetale (VG) nella produzione di liquidi per sigarette elettroniche. Inoltre, offre in generale un aroma più intenso rispetto alla Glicerina vegetale. Grazie alla sua consistenza più leggera, il Glicole propilenico non ostruisce il cleromizzatore tanto quanto la Glicerina vegetale.

La Glicerina vegetale è più spessa del Glicole propilenico. Ciò significa che è più difficile evitare l'ostruzione della sigaretta elettronica quando si usa un liquido a base VG. La Glicerina vegetale è anche più dolce rispetto al Glicole propilenico, vale a dire che viene usata più spesso in liquidi dall'aroma particolarmente dolce. La Glicerina vegetale produce inoltre un vapore più denso permettendo di creare nuvoloni più voluminosi rispetto a quelli realizzati con liquidi a base PG.